Cambiare il modo di pensare all’insonnia con la Mindfulness

Cambiare il modo di pensare all’insonnia con la Mindfulness

 Oltre i consigli comportamentali per vincere l’insonnia, presento di seguito utili riflessioni per cambiare il modo di pensare l’insonnia: per  vincere l’insonnia dobbiamo sfatare alcuni miti.

Come già affermato la ricerca mostra che fino al 50% di noi lamenta di dormire male, ma solo il 15%  ha problemi  severi tali da creare disagio nel funzionamento delle attività giornaliere.

I miti da sfatare sull’insonnia

  •  Pensieri come “Se non mi addormento prima dell’1, il mio giorno successivo andrà male”,
  • “Se non comincio a dormire presto, la mia salute deteriorerà completamente… perderò il mio lavoro, perderò il controllo…”
  • ” Devo recuperare le ore che non ho dormito, la notte successiva”Nella società in cui viviamo le persone pensano che abbiamo bisogno di dormire assolutamente 8 ore per notte ogni giorno, o si avranno conseguenze sulla salute o sul funzionamento giornaliero. In realtà gl iesseri umani sono molto più flessibili di così.L’insonnia non riguarda solola quatutà di  ore di sonno dormite. Oltre le ore di sonne ed eventuali risvegli, è utile misurare la percezione che si ha del proprio sonno.
  •  Inoltre, se hai un periodo di vita  stressato con cambiamenti difficili da affrontare, probabilmente dormi peggio perchè potresti aver pensieri che arrivavano in testa che non sai come fermarli  per riuscire ad addormentarti. Trovare un modo per affrontare pensieri o emozioni angoscianti è molto utile per qualcuno che soffre d’insonnia.

Per affrontare questi pensieri e d emozioni invasive e spiacevoli, utilizza  gli strumenti della Mindfulness per l’insonnia  e dell’Acceptance and Commitment Therapy (ACT).

Un semplice esercizio di Mindfulness nel quale non bisogna fare altro che “notare” ciò che passa per la mente, senza giudicarlo: permetti a qualsiasi pensiero ed emozione di manifestarsi, di essere nella mente. Le noti nel presente della tua mente, ma le noti con accettazione e  senza giudizio: non ci rifletti, non rispondi, non le giudichi. Lasci solo che ci siano e le osservi arrivare e passare attraverso la tua mente.

Qualcosa di così semplice può essere parecchio d’aiuto: come immaginare di essere un cielo e i tuoi pensieri sono nuvole che lo possono attraversare, mentre rimani a lì, fermo e abbastanza  calmo  da contenere qualunque cosa passi attraversandolo.

Buona notte!